Resa dei conti fra i due candidati. Mancano ormai una manciata di ore all’Election Day …
Stimolato da un collega e da una sua provocatoria scommessa a cui non ho ceduto, ho fatto un tour per capire l’umore dell’elettorato americano cominciando dalle grandi testate giornalistiche d’oltreoceano: il Washington Post, il New York Times, il Wall Street Journal, la CNN.
Chi vincerà?
Secondo il poll pubblicato oggi dal NYT Bush sarebbe in vantaggio di 3 punti su Kerry. Ma come stanno impiegando queste ultime ore i candidati, a parte le poderose bordate di spot televisivi? Ho cercato di capirlo dai rispettivi siti: peccato che quello di Bush dal 27 ottobre è inaccessibile da indirizzi IP non americani, come documentato anche da Kataweb (!). Regolarmente visibile invece il sito di Kerry. E’ Interessante notare che entrambi i candidati alla presidenza degli Stati Uniti utilizzano il blog come strumento di comunicazione verso gli elettori.
Già gli elettori … Credo che ci sia molta confusione in Italia sul sistema elettorale statunitense:stati federali, grandi elettori … Alessio ha spiegato molto bene in un suo post di stamattina quali siano le “regole del gioco”.
In conclusione del tour mi sono concesso alcuni video spot amatoriali – freschi, irriverenti, divertenti – sul sito di p2p-politcs.org. Vincerà l’elettore colto della costa Est e delle metropoli o l’americano medio della provincia? A giudicare dai video, sembra questa la base elettorale dei due candidati. Speriamo soltanto che non ci vogliano altri 37 giorni per conoscere il nome del nuovo presidente degli Stati Uniti (Michael Moore docet).