E’ notizia recente l’approvazione da parte dell’ETSI dello standard televisivo per la telefonia mobile o DVB-H. Ne da notizia Punto Informatico nell’edizione dello scorso lunedì.
Presto arriveranno anche i device compatibili, con Nokia a tirare il carrozzone, per quello che sarà, secondo il sottoscritto, un poderoso scossone al mercato della telefonia mobile. Il DVB-H è un serio competitor dell’UMTS per quanto riguarda la trasmissione di contenuti multimediali ed è sicuramente più appetibile sotto il profilo dei costi.

Nel frattempo il Ministero delle Comunicazioni molto silenziosamente, in attesa del varo definitivo della finanziaria da parte del governo, ha pubblicato i dettagli relativi ai contributi statali per l’acquisto di un decoder interattivo per l’anno 2005. Anzi:”decoder per la Televisione Digitale Terrestre (T-DVB/C-DVB)“. Non conosco operatori italiani che utlizzano il DVB-C! Voi si? Che paese di pataccari è questo!