Lo scorso 25 febbraio è stato approvato l’atteso regolamento attuativo della legge Stanca. La newsletter di governo.it ne da oggi ampio risalto con una sezione dedicata, e segue il comunicato stampa del MIT, ripreso anche dal sito del CNIPA.
Si tratta di un traguardo importante che comporterà un adeguamento entro 12 mesi dei siti web delle istituzioni pubbliche agli standard internazionali di accessibilità (W3C WAI) e potrà garantire l’accesso ai contenuti agli utenti con disabilità. Un elenco di esperti individuati dal CNIPA si occuperà delle verifiche tecniche, mentre il Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie del Ministero si occuperà del rilascio del logo di accessibilità, una sorta di bollino che certificherà il rispetto dei requisiti previsti nella legge.
Nel regolamento si fa riferimento genericamente a “tecnologie assistive”: non escludo dunque che anche i servizi di vocalizzazione di portali (text-to-speech) possano tornare di grande appetibilità nell’ottica dell’adeguamento dei sistemi informatici alla legge.