Il CNIPA ha appena annunciato la disponibilità di un secondo bando (dopo quello del 2004) per “lo sviluppo di servizi innovativi di e-government sulla piattaforma Digitale Terrestre“.

Il bando prevede il cofinanziamento di progetti ad elevato contenuto tecnologico per un importo complessivo di 1.760.000 EUR. Questo “fondo” è stato ricavato da un decreto del Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie dello scorso 10 Gennaio che prevede lo stanziamento di 1,2 Mln di EUR per il “Digitale Terrestre” e dal residuo di 560.000 EUR del precedente bando legato alla rinuncia da parte della Provincia Autonoma di Trento, del Comune di Varese e del Comune di Torino a portare avanti i rispettivi progetti presentati (a proposito: ma che fine hanno fatto i progetti del 2004?)

Per quanto riguarda i contenuti, il bando apre alla convergenza: nell’art. 3 si parla non solo di integrazione fra il digitale terrestre e la Rete Internet, ma anche di DVB-H.
Sono previste due classi di sperimentazione: la prima coinvolge Internet e la DTT, la seconda – ed è una novità di rilievo – la realizzazione di un set top box avanzato completamente open source che permetta una connettività broadband sia wired che wireless.

I soggetti ammessi al cofinanziamento sono le regioni e gli enti locali, in partnership con altri soggetti pubblici o privati.

Dato l’importo complessivo del bando (modesto, rispetto al precedente; “trascurabile” rispetto ai contributi erogati per la diffusione dei decoder …) mi chiedo se anche questa volta verranno premiati “a pioggia” tutti i progetti che saranno presentati.

Il bando sarà pubblicato a breve in GU e ci saranno 60 giorni di tempo per presentare domanda di accesso al cofinanziamento.

Leggi il testo (.pdf) del bando per maggiori dettagli.

Tags: