Mappa copertura DTT Valle d'Aosta

Alle 3.05, di lunedì 16 aprile, mentre su ‘Rete4’ stava andando in onda ‘Uccellacci e Uccellini’, il visionario film di Pier Paolo Pasolini con un cattivissimo Totò e Ninetto Davoli ed alle 3.55, quando su ‘RaiDue’ Gabriele La Porta stava conducendo ‘Buone notizie’, parlando di un possibile impiego della cicoria come alternativa al ‘viagra’, gli impianti di trasmissione analogica di Gerdaz, a Gressan, dei due canali di televisivi sono stati spenti e spostati sulla televisione digitale,come già avviene, dal 1° marzo, in Sardegna, nella provincia di Cagliari.
Il parziale ‘switch-off’, come già anticipato da 12vda.it, ha interessato i circa 60mila abitanti di Aosta e di Allein, Arvier, Charvensod, Doues, Gignod, Gressan, Jovençan, Nus, Quart, Roisan, Saint-Christophe, Saint-Denis, Saint-Nicolas, Saint-Pierre, Sarre e Villeneuve, con la possibilità che abbia interessato anche alcune zone di Aymavilles, Etroubles, Pollein ed Ollomont.

La citazione è dal portale 12VdA, e non avrei potuto scrivere di meglio.
Vi rimando alla lettura dell’articolo completo e a qualche approfondimento istituzionale: