Aggiornamento del post di martedi scorso.

Rc: “Buongiorno, ho chiamato lo scorso venerdi per sollecitare la spedizione del CUD ma sono passati 6 giorni e non ho ricevuto ancora nulla
Scuola (risponde una voce femminile): “Mi dice il nome di sua moglie?
Rc: “F.S.
Scuola: “Sono io che mi occupo della spedizione dei CUD. Non l’abbiamo ancora spedito perchè non abbiamo ancora ricevuto il francobollo
Rc: “Scusi, ma ero d’accordo con il suo collega che me l’avrebbe cmq spedito lo scorso lunedi”

[…]
Segue mia profonda inc@##@tura che non riporto per decenza.

Scrivo qui, a beneficio della Istituto Comprensivo di Bazzano-Monteveglio (provincia di Bologna), le istruzioni per stampare in PDF un qualsiasi documento da una qualsiasi applicazione di Windows, compreso il software gestionale che usano le scuole per gli aspetti amministrativi.

  • Scarichi PDF Creator per Windows (è disponibile per tutti i sistemi Windows a 32 bit e dunque 95/98/NT/2000/XP. Di sicuro uno di questi appesterà la sua scuola);
  • No. Non si paga. E’ free (as freedom), ovvero – fra i vari benefici – la licenza non costa nulla;
  • Installi PDF Creator (basta cliccare sul file .exe che ha scaricato. Non è difficile. Tanto ha sicuramente un utente con diritti di amministrazione di sistema. Non ho mai visto un utente Windows che lavora senza diritti di amministrazione …)
  • Ora apra il suo gestionale. Selezioni quello che vuole stampare e clicchi su Stampa
  • Lo sa che esiste un menù a tendina in cui può scegliere una stampante diversa?
  • Scelga la stampante PDF
  • Stampi quello che deve stampare e indichi un nome per il file pdf. Lo salvi dove vuole, purchè lo trovi!
  • Apra un programma di posta elettronica, ci scriva sopra il mio indirizzo e mi spedisca in allegato il pdf
  • FINE

Avremo risparmiato 1,20 EUR (visto che non ci sono neanche i soldi per gli stipendi …), un paio di inc@##@ture, tanto tempo, inutile burocrazia e magari contribuito ad una decrescita felice.

Aggiornamento sull’uso dell’ICT nell’educazione scolastica

Pare che faccia bene e la lavagna interattiva pare essere taumaturgica per i tempi di apprendimento. Lo si è capito solo con l’ennesimo indispensabile report.