Il 2007 sarà certamente ricordato come l’anno zero degli operatori mobili virtuali.
Come noto oltre a COOP Italia, anche Poste Italiane e Carrefour stanno per affacciarsi sul mercato della telefonia mobile accreditati come operatori mobili virtuali (o Mvno).
L’Italia parte con il consueto ritardo ma … parte …, mentre in Europa i Mvno sono già una realtà da alcuni anni e si sono ritagliati una piccola fetta di subscribers (in Francia sono fra il 3 e il 4 per cento).

Coop Italia ha stretto un accordo con TIM: se ne parla diffusamente anche sull’ultimo numero di Consumatori, la rivista dei soci Coop e – secondo una mia autorevole fonte (la cassiera del supermercato Coop in cui solitamente faccio spesa) – il lancio è previsto per il prossimo 4 giugno.
Logo Coop Voce

Carrefour, presente sul mercato della Grande Distribuzione anche con i marchi GS e DìPerDì, si avvale di un accordo con Vodafone e, da buon follower, marca stretto Coop Italia con il servizio Uno Mobile, il cui lancio dovrebbe essere ormai imminente come recita laconicamente il bannerino presente in testata sul loro sito.
Uno Mobile

Last but not least c’è anche Poste Italiane, che punta all’integrazione sul telefonino dei servizi a valore aggiunto già disponibili sul loro (rinnovato) portale. Qui e qui i due comunicati stampa.
Il servizio di Poste Italiane (che – come Carrefour – ha scelto di appoggiarsi all’infrastruttura di rete di Vodafone) dovrebbe essere disponibile entro la fine dell’anno.

2 Comments

  1. passero

    Sono proprio curioso di vedere come andrà

  2. admin

    Di sicuro le cassiere delle Coop sono terrorizzate: 15 minuti ad attivazione di ogni SIM e – almeno nei supermercati di quartiere – nessuna risorsa dedicata.
    Io sono curioso di vedere cosa ha partorito il marketing di Coop: spero che si andrà oltre la semplice raccolta punti associata alla SIM …