La Notte dei Ricercatori in Emilia Romagna

La Notte dei Ricercatori in ER

La Notte dei Ricercatori in ER

Venerdì prossimo, 25 settembre, si celebra in 8 centri dell’Emilia Romagna la Notte dei Ricercatori, un evento promosso dalla Comunità Europea che è ormai giunto alla V Edizione ma che approda per la prima volta nella nostra regione.

L’idea è di aprire per un giorno le porte degli istituti e dei laboratori di ricerca al “grande pubblico”, per mostrare cosa si sta facendo e per capire/(ri)conoscere le ricadute che le attività di ricerca scientifica hanno sul nostro quotidiano.

Si potrebbe a lungo soffermarsi sui mali della ricerca scientifica in Italia, ma, secondo me, non è questa l’occasione giusta. Questa è l’occasione per sensibilizzare il pubblico sull’importanza di un aspetto chiave (la ricerca, appunto) per il progresso economico, tecnico e culturale di un Paese (ma non voglio farla lunga …).

A Bologna in particolare, ma anche a Cesena, Ravenna, Faenza, Modena, Reggio Emilia e  Parma, sono previsti una serie di eventi a testimoniare i passi avanti che i nostri ricercatori stanno compiendo dalla nanotecnologia alla chimica.
E’ un modo di comunicare la ricerca, che spesso utilizza dei format nuovi e divertenti (i “chimici comici“) e può coinvolgere anche qualche star, come l’attesa intervista di Serena Dandini al matematico Piergiorgio Odifreddi (h:21,30 di venerdì sera, a Bologna).

Insomma, io ci sarò e sarò twitter reporter per una serata, live da Bologna (hash tag: #nottedeiricercatori). E voi?

Qui info, aggiornamenti, programma, eventi: www.facebook.com/nottedeiricercatori